-30; +28; #acuoreaperto

Un post diverso dagli altri. Un post voluto {a momenti},sudato, incerto, indeciso {fino all’ultimo}… Perché aprirsi oggi non è facile… Soprattutto quando non sai chi c’è dall’altra parte a leggere. Per cui vanno bene articoli di ogni altro genere: beauty, lifestyle, travel.. tutti termini leggeri che accompagnano le nostre letture quotidiane. Perché è questo di cui abbiamo bisogno 5-10-15 minuti al giorno di frivolezze. Perché un blog è un hobby come tanti altri, io lo vedo come una sorta di diario tra amiche, solo che io oggi ho deciso di condividere qualcosa in più di posti dove cenare o mascara da provare. E fidatevi che per me non è mica semplice… Ultima parte della premessa {sempre che riesca a smettere di scrivere puntinipuntini} è un ringraziamento a Luisa. Seppur in maniera assolutamente inconsapevole il suo è il blog che mi ha spinto a scrivere {di getto} e pubblicare questo post. Nel suo blog ho trovato le parole-chiave che sto facendo un po’ anche mie: CURA, TEMPO, CAMBIAMENTI, FORZA. Parole che, in questo momento/fase della mia vita, mi sono particolarmente a cuore.

-30 +28 che razza titolo vero? Trenta sono i giorni che mancano al mio compleanno, 28 le candeline che spegnerò, a cuore aperto credo lo abbiate iniziato a capire.

28 anni per me hanno sempre avuto un significato particolare. Era il numero che da piccola mi faceva sognare… A 28 anni, mi vedevo bella, felice, no sposata ancora no, ma mi immaginavo GRANDE,con la Smart {Ahaha la macchina che mi faceva grande} mi immaginavo come solo le bambine possono immaginare e vedere le ragazze grandi. Mi vedevo con tanti progetti, magari qualcuno avviato, mi immaginavo a scegliere mobili per una casa, comprare fiori per la domenica, iniziare nuove tradizioni tutte mie, sabato pranzo con le amiche e pomeriggio con la mamma, mi scoprivo viaggiatrice mi sognavo alta {si sognare qua è il termine giusto, avrei dovuto smettere a 18 anni forse} mi immaginavo felice, con delle bellissime amiche in giro a fare discorsi “da grande”, vedevo un’Alessandra sicura di se stessa, un po’ donna e un po’ ancora ragazzina, perché infondo io a quella ragazzina lì voglio sempre un sacco di bene… Immaginavo immaginavo quante volte lo avrò detto?

E ora ? E ora che quel numerino è alle porte tutti i sogni sono riemersi, alcune cose le ho raggiunte, alcune ancora no, altre ci stiamo lavorando, altre ad essere sincera le vedo lontane … Ho sicuramente delle amiche che stimo, fragili e forti allo stesso tempo. La sicurezza mmm forse ne avevo più prima, l’ho persa un po’ per strada ahaha, dipende dagli ambiti ecco. Mi sono riscoperta moooolto più sensibile di quello che pensavo, questo sì, e non sempre è un bene. L’altro giorno una persona mi ha detto che un po’ tutte le persone creative vivono dei momenti di UP and DOWN senza per forza avere dei motivi veri e propri. Ecco io non mi reputo una Creativa con la c maiuscola (sono sempre le persone più vicine a me in realtà a pensarlo) ma io questi momenti li vivo parecchio… comunque rendiamo questo post un pochino più leggero. Vi dico che mi sono scoperta mooooolto più metereopatica e questo da piccola non lo avrei mai immaginato, ho capito che la gente cattiva esiste per davvero,che la Nutella è sempre buona, e che si cambia, si sì cambia…..

Non lo so… Mi sembra di parlare a ruota libera. Aiuto. Fermatemi. Ma sapete che c’è, pure se così fosse.. {sti cavoli!} io credo di non essere matta, penso che un po’ tutte noi da piccole vedendo le ragazze più grandi ci siamo dette: ahhh io a … sarò così e farò questo, questo e questo. Per me 28 è un numero bellissimo. Vorrei fosse il mio numero. Vorrei mi regalasse gioia e ancora un po’ di spensieratezza. Vorrei riscoprirmi più serena, più costante. Vorrei quel giorno essere felice. E vorrei che da quel giorno {simbolicamente} alcune cose cambiassero {in primis in me}. Vorrei regalarmi la forza, il tempo e la cura. vorrei regalarmi la pace interiore, oddio l’ho detto per davvero (ahah)… Vorrei piccole grandi cose, festeggiare con un piccolo brunch e invitare 10 e dico 10 persone contate che dico io. Vorrei far sapere loro che davvero sono i Benvenuti, vorrei una tavola stupenda non solo per me, ma anche per loro, per farli sentire importanti, perché ci tengo, ci tengo siano con me, ci tengo e basta… e forse lo dico qui perché ho paura che non sarà così, perchè tutti hanno tremila impegni, perché ogni volta che desidero ardentemente qualcosa pure una cavolata, la nuvola di fantozzi non mi dà tregua ehehe. Vorrei quel giorno sentire vicine quelle ragazze che ,anche se attraverso dei social come instagram, ormai considero delle “amiche”. Vorrei che chi mi vuole bene capisse l’importanza che c’è dietro tutto questo per me. Questo lo vorrei davvero. Perché forse apertamente non l’ho mai detto, e a volte ho capito che per quanto io odi farlo invece è necessario. Perché ci tengo. Ci tengo tanto a questi #28. Ci voglio tener a me stessa capperi! E non ho più paura di dirlo.

-30

Annunci

2 pensieri su “-30; +28; #acuoreaperto

  1. Lulu ha detto:

    Fai benissimo a dirlo e ancor più a scriverlo.
    Capisco perfettamente il “problema” dell’essere creativo, degli up e dei down, della confusione in testa che non trova vie d’uscita. Ecco perchè scrvo, per fare pace con me stessa, per mettere nero su bianco le idee dandogli nomi, le sensazioni cercando di capirle, i pensieri nella speranza di sciogliere nodi. E se questo ti ha in qualche modo stimolato ne sono felicissima.
    Quano ero più piccola a 28 anni mi vedevo con il motorino (di cui ora sono terrorizzata), un sacco di amiche, un fidanzato che mi facesse sognare, tanti viaggi da affrontare e una carriera nella comunicazione più che avviata. La realtà oggi è molto diversa, ma l’unica cosa che rimpiango realmente è quella capacità di sognare senza paura e di credere nei propri sogni. Per il resto ho imparato che la vita ti porta sempre in un posto lontano o comunque diverso da quello che tu speri, ma questo non è (sempre) un male. L’importante è avere cura, proprio come dici tu. Di se stessi e di chi si ha intorno. Non negarti nulla e non negare nulla alle persone alle quali tieni. Fallo e diglielo.
    Un abbraccio grande
    Lulu

    Mi piace

  2. vanessa_stays ha detto:

    Ale ho letto solo oggi, e ho semplicemente avuto la conferma di quanto sei speciale…come sai benissimo questo discorso lo avevamo già un pò preso quando sei venuta a Milano per il salone del mobile, e ti confermo quanto ti avevo già detto! Ci sarà un tempo per tutto. E quel poco che ho capito e che mi sento di condividere è: non concentriamoci sugli obiettivi che ancora non abbiamo raggiunto (e questo me lo ripeto quotidianamente perchè ogni tanto me lo dimentico!), ma sforziamoci di godere di tutte le gioie che abbiamo già OGGI nella nostra vita. Perchè ne abbiamo tante, ma spesso ce ne dimentichiamo. <3

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...